ACCADEMIA DEL BLOGGER

Accademia del Blogger è Consulenza e Formazione sul Social Media Management e Comunicazione 2.0.

Social Media Management

Content Management

Creazione siti web Wordpress

Digital Marketing

Formazione Comunicazione

CONTATTI
Contattaci quando vuoi per una consulenza o un preventivo gratuito.

3459732031

emilianoamici@pec.it

info@accademiadelblogger.com

via Alessandra Macinghi Strozzi 40 - 00145 Roma

CF MCAMLN83A15H501D - P.IVA 13858991006

Top

Safety Check di Facebook per le crisi

Safety Check di Facebook

Safety Check di Facebook per le crisi

Chi vi scrive ha origini amatriciane da parte di padre: Amatrice è stato luogo di tante vacanze, tante risate e tante belle scorpacciate di bucatini all’amatriciana. Svegliarsi sapendo che il luogo della tua infanzia non c’è più addolora oltre ogni limite. La città che in questi giorni accoglieva migliaia di persone da tutta europa per la sagra dei bucatini, un vero e proprio gioiello medievale nel cuore dell’appennino, è scomparsa.

Ovviamente, la mente è tornata al 2009 quando anche lì fummo svegliati di notte per poi capire la mattina seguente che L’Aquila era ormai una città fantasma. Già il 2009, da un punto di vista prettamente temporale parliamo di un “granello di sabbia” ma da un punto di vista tecnologico è come aver fatto un vero e proprio salto nel futuro.

Se sette anni fa commentare un evento sismico su Facebook o Twitter era vissuto come un modo per perdere tempo invece di rimboccarsi le maniche ed aiutare, negli ultimi anni, complice purtroppo il continuo clima di paura figlio dei continui attacchi terroristici, i social media sono diventati uno strumento di enorme importanza in grado di mettere tempestivamente al correnti i propri cari circa il loro status.

Anche in questo ultimo drammatico caso le testimonianze e i messaggi presenti su Facebook e Twitter sono stati moltissimi: già pochi minuti dopo la scossa delle 3:36 Twitter è stato invaso con l’hashtag #ioterremoto grazie al quale le persone che si trovavano in quella zona hanno potuto dare notizia a parenti, amici che magari non si potevano raggiungere facilmente attraverso una normale telefonata. I live di Twitter sono stati continui, sono molti i giornalisti che hanno documentato dal vivo il lavoro dell’enorme macchina dei soccorsi che si è messa in moto immediatamente.

Safety Check di Facebook: “Grazie, sto bene!”

Negli ultimi anni Facebook ha attivato un servizio davvero molto utile in grado di fornire con un semplice tocco informazioni sul proprio status di salute, stiamo parlando del Safety Check che consente di dire semplicemente “sono vivo”. Il Safety Check è stato utilizzato nel terremoto del Nepal nel 2015 e anche durante i drammatici fatti terroristici di Parigi e Nizza. Si calcola che il Safety Check abbia inviato notifiche a ben 950 milioni di persone in tutto il mondo. Anche in questi momenti si tende a parlare di sciacallaggio: sicuramente c’è chi approfitta del dramma per ottenere qualche clic su inserzioni sponsorizzate, ma è anche vero che il confine tra lo sharing dell’informazione e la patologica curiosità tipica del popolo italiano è davvero molto piccolo.

Fortunatamente parliamo di una minoranza infima (termine dalla doppia valenza), la maggioranza degli utenti di Facebook e Twitter ha dimostrato una coscienza e una correttezza dell’uso dello strumento davvero molto importante. La Croce Rossa Italiana, tramite il suo profilo Twitter, ha diramato i numeri della Protezione Civile e della Sala Operativa della Protezione Civile del Lazio che riportiamo:

Safety Check di Facebook Numeri Croce Rossa Italiana

I Social Media sono di grande importanza in questi momenti così concitati: spesso non si ha la forza di parlare, di non essere chiari e di creare ansia anche a chi ci sta ascoltando, per questo può risultare più comodo e semplice lasciare le proprie emozioni a 140 caratteri.

Purtroppo c’è l’assetato di protagonismo ed egocentrismo che pur di sentirsi chiedere “come stai?” usa lo strumento Safety Check di Facebook anche se si trova a seicento chilometri di distanza in una zona minimamente sfiorata dal sisma. Lasciamo questo strumento a chi è stato geolocalizzato in quella zona, a chi davvero ha necessità di comunicare e a chi, in attesa di una telefonata, può leggere che il suo caro è al sicuro.

Come diramato dalla Protezione Civile è vietato recarsi nelle zone distrutte dal terremoto, questo per non intralciare il duro lavoro dei Vigili del Fuoco, dei volontari e di tutti i soccorritori che stanno lavorando in condizioni drammatiche.

Accademia del Blogger è vicina alle vittime del terremoto e per questo vuole contribuire fornendo numeri e contatti utili:

PROTEZIONE CIVILE 800.840.84
SALA OPERATIVA PROTEZIONE CIVILE LAZIO 803.555
Twitter: #terremoto#terremoto
Palazzo Chigi @Palazzo_Chigi
Donazioni Sangue presso AVIS

Donazioni telefoniche al numero 45500

Continuate a raccontare di Amatrice, dei suoi personaggi e della sua storia affinché anche attraverso i social non svanisca una parte della storia italiana.

Inserisci il tuo commento

Iscriviti alla Newsletter

Compila i campi qui sotto per rimanere sempre aggiornato sulle iniziative  dell’Accademia Del Blogger!

Per te che ti sei iscritto alla nostra Newsletter, è dedicato uno sconto del 10% su tutti i nostri servizi, compresi le nostre lezioni individuali!